Giù nel cyberspazio – William Gibson

Il secondo libro della Trilogia dello Sprawl, segue Neuromante come ordine cronologico.

A differenza del primo libro, in Giù nel cyberspazio non c’è un protagonista da seguire, anche se il titolo originale farebbe intendere che in realtà sia Count Zero il protagonista.

In realtà, a mio parere, Bobby Newmark (Count Zero) è un centro focale e tutte le storie convergono prima o poi nel luogo in cui lui si trova, ma non è un vero protagonista. Sembra infatti che tutte i personaggi in qualche modo vengano attirati dove lui si trova per concludere ognuno la propria vicenda, ma non è lui a guidarli.

In ogni capitolo del libro seguiamo, alternativamente, vari personaggi:

  • Turner, un mercenario incaricato di far fuggire uno scienziato da una delle grandi compagnie. Si ritrova invece a nascondersi con la figlia dello scienziato dal suo ex socio;
  • Marly: una gallerista di Parigi, incaricata di trovare delle opere d’arte;
  • Bobby Newmark – Count Zero: dopo un primo tentativo di “hackeraggio” andato non troppo bene, viene salvato da delle “divinità” del cyberspazio.

La parte di Marly devo dire che l’ho capita poco, mi è rimasta un po’ misteriosa. Gli altri due personaggi invece sono più facili da seguire. Le “divinità” del cyberspazio introducono anche una specie di religione vudù. Tanto per complicarlo un po’ di più, che nel cyberpunk non fa mai male.

Interessante come la vita degli uomini in questo universo creato da Gibson sia in parte predeterminata a seconda delle capacità delle persone (assunti dalle compagnie da cui poi non ne possono uscire), e in parte dalla zona in cui uno si trova a vivere. Questa ultima parte rispecchia molto la società americana, almeno dalla mia esperienza ho capito che se uno nasce in un certo quartiere si potrà permettere un certo grado di istruzione e in definitiva un certo tipo di lavoro.

  • Titolo originale: Count Zero
  • Editore: Urania – Mondadori
  • Anno: 1986
  • Pagine: 237
  • ISBN: 9788804480082
Loading spinner

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.