Novecento. Un monologo – Alessandro Baricco

Dopo alcuni mesi di quarantena causata dal COVID-19, incontri virtuali e letture libere (ne parlerò in un prossimo post), abbiamo deciso di riprendere la lettura comune con un libro soft e dal numero di pagine ridotto (ben 62): Novecento di Baricco.

Novecento - Alessandro Baricco

L’avevo già letto qualche anno fa, dopo aver visto il film “La leggenda del pianista sull’oceano”, quindi il giudizio, comunque positivo, era abbastanza influenzato dalle impressioni del film.

Stavolta, invece di leggerlo tutto di fila, man mano che lo leggevo cercavo di ricordarmi le scene del film e mi fermavo spesso per pensarci. Mi è davvero piaciuto assaporarlo così, solitamente non apprezzo la lettura di libri dopo aver visto il relativo film. Essendo così corto sarebbe anche possibile leggerlo in meno tempo di quello che ci si impiega a vedere il film (165 minuti), ma fermandomi spesso a pensare alle scene invece mi è durato addirittura 5 giorni.

Mi sono proprio divertita a leggerlo, ma adesso avrei anche voglia di rivedere il film, per sentire anche le musiche.

La storia si svolge tutta sotto forma di monologo teatrale, in cui Tim, ex trombettista della band della nave Virginian, racconta la storia del pianista Danny Boodman T.D. Lemon Novecento.

Novecento è nato sulla nave ed è un grandissimo pianista jazz, si esibisce sia nel salone principale sia nei ponti più bassi, condividendo con Tim la sua musica e la sua visione del mondo, per nulla ristretta dal fatto di non aver mai messo piede a terra.

Novecento di Baricco era la lettura di giugno 2020 del Bassano book club, vediamo com’è andato l’incontro e la discussione del libro.

Ci siamo trovati un po’ a ranghi ridotti, ma molto felici di poterci vedere finalmente di persona, festeggiando il tutto con un bel bicchiere di rosso e buonissimi biscotti fatti in casa da Margherita. Abbiamo poi assaggiato il liquore al cumino, anche questo fatto in casa, e io avevo una fantastica mini-coppetta da Martini molto fashion.

Abbiamo parlato del libro per ben dieci minuti, perché come al solito c’è sempre tanto di cui parlare.

In definitiva il libro è piaciuto a tutti quelli che l’hanno letto, tutti hanno confermato che era la lettura giusta al momento giusto, sia come lunghezza sia come storia. In particolare, nonostante sia scritto in forma di monologo, abbiamo apprezzato le descrizioni dell’ambientazione, infatti è molto facile immaginare le scene raccontate.

Qualcuno ha già in mente di leggersi qualcos’altro di Baricco. Io ho già letto Seta e Oceano mare, di entrambi ricordo molto poco sinceramente, il secondo mi è piaciuto, del primo invece mi viene in mente una certa difficoltà nella lettura. Quindi personalmente se dovessi consigliare qualcosa di Baricco, sicuramente consiglierei Novecento.

  • Editore: Feltrinelli
  • Anno: 1994
  • Pagine: 62
  • ISBN: 9788807031212

Per il mese successivo abbiamo deciso di leggere Gente di Dublino di James Joyce.

Loading spinner

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.