Reading challenge 2021: aprile

Per la reading challenge ho deciso di leggere, nel mese di aprile, un libro che è da tempo nella mia lista di desideri: Fair play – A Game-Changing Solution for When You Have Too Much to Do (and More Life to Live) di Eve Rodsky.

fair play

Fair play inizia con una serie di problemi che la stessa Eve Rodsky ha sperimentato in prima persona nel suo matrimonio. Nonostante suo marito fosse molto coinvolto nell’organizzazione e nei lavori domestici prima di avere figli, con l’arrivo della prole il suo coinvolgimento è venuto meno.

Si è poi confrontata con amiche, conoscenti, consulenti matrimoniali e psicologi e ha riscontrato una serie di problemi comuni nelle coppie, molti dei quali sono descritti anche in Bastava chiedere di Emma.

A questo punto ha deciso che per salvare il suo matrimonio ma poter comunque avere una vita al di fuori del ruolo di madre e casalinga (con un lavoro a tempo pieno fuori casa) era necessario avere un sistema.

E quindi ha creato il gioco di carte Fair play. Ci sono poche regole, di cui la più importante è che il tempo è creato uguale per tutti.

L’autrice poi spiega le varie carte in gioco, una per ogni aspetto organizzativo della vita famigliare (pulizie, spesa, ma anche passaggi in macchina ai figli, viaggid e eventi inaspettati). Lo scopo è dividere equamente le carte, e il punto è che la divisione deve essere equa, non uguale. Se volete avere un’idea di cosa è incluso nelle carte potete andare al sito dell’autrice a questo link, c’è anche la spiegazione di ogni carta.

Chi è in carico di una carta gestisce tutti gli aspetti della carta stessa: concetto, organizzazione ed esecuzione. Si definiscono degli standard minimi da raggiungere e si pianificano verifiche e ridistribuzione delle carte settimanali (o anche giornaliere per carte molto pesanti).

Lo scopo è ovviamente una migliore organizzazione del tempo di entrambi nella coppia, la fine dei litigi, ma soprattutto il poter reclamare il proprio Unicorn Space, ovvero il tempo per poter raggiungere degli obiettivi personali di crescita e/o di carriera. La realizzazione di una persona deve per forza includere una parte al di là della propria vita domestica e famigliare.

Lo consiglio?

Penso che questo libro possa essere utile per chi ha figli, ci sono tutta una serie di impegni che sono collegati a questo. Da un lato mi piacerebbe provare il sistema, ma dall’altro mi chiedo se non complichi ulteriormente le cose.

Il mio compagno ritiene che possa diventare una cosa troppo meccanica, e io non sono del tutto convinta che una divisione dei compiti in questo modo sia utile. Se uno ha la carte del tenere in ordine la casa deve per forza raccattare tutto il disordine dell’altro? Preferisco che ognuno raccatti il suo disordine (ma su questo ci stiamo ancora lavorando).

La lettura è comunque interessante, e qualcosa di utile l’ho portato a casa. Sicuramente è un libro molto curato, Eve Rodsky ha contattato veramente molte persone per mettere a punto il suo sistema e c’è una corposa bibliografia a fine libro.

  • Editore: Quercus Publishing
  • Titolo italiano: Come ho convinto mio marito a lavare i piatti
  • Prima pubblicazione: 2019
  • Pagine: 352
  • ISBN: 9781529400212

Adesso vorrei aprire una grande parentesi sulla traduzione del titolo in italiano. Nel Bassano book club ne ho parlato più volte anche per altri libri e non voglio annoiarvi troppo con i miei discorsi sulle traduzioni, quindi resterò attinente al caso specifico.

Il titolo completo in inglese è Fair playA Game-Changing Solution for When You Have Too Much to Do (and More Life to Live). Tradotto letteralmente: Gioco equo/pulito – Una soluzione che cambia le carte in tavola per quando hai troppo da fare (e più vita da vivere).

Che diventa nella traduzione dell’edizione italiana: “Come ho convinto mio marito a lavare i piatti”… ora, seriamente? La Vallardi editore non ha trovato niente di meglio? Sinceramente chi prenderebbe in considerazione un libro con questo titolo? Eve Rodsky ha consultato esperti e centinaia di donne per mettere a punto il suo sistema e il messaggio che vogliamo far passare è che il proprio partner vada convinto a lavare i piatti? C’è anche il disegno di una bottiglia di detersivo in copertina.

Nella copertina americana c’è una bilancia. Non credo di dover aggiungere altro.

/ 5
Grazie per aver votato!
Loading spinner

2 Risposte a “Reading challenge 2021: aprile”

  1. Completamente d’accordo sulla questione traduzioni, spesso non solo non c’entrano niente con la versione originale, ma mancano anche il punto del contenuto del libro!

    Loading spinner

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.